mercoledì 28 ottobre 2015

Berlino, in tre giorni!


Una città Europea del calibro di Berlino merita sicuramente una visita guidata di almeno una settimana: con i suoi 3MLN di abitanti è la città più grande della Germania, nonché capitale più discussa della storia per fatti tristemente noti.
Ma, a mio avviso, è anche una città bellissima e ho voluto scrivere un post per consigliarvi come poterla girare in lungo e in largo anche in 3 semplici giorni! Ecco quindi qualche consiglio e dritta per non lasciarvi scappare le chicche che ci offre!

Giorno 1

Duomo di Berlino.
[Venerdì] Abbiamo preso un volo Ryan Air, Palermo-Berlino ( Schönefeld airport) atterrando alle 12.00 circa e alloggiato all'Abba Berlin Hotel, una meraviglia di albergo a 4 stelle presso Lietzenburger Strasse, nella Berlino Ovest. Consiglio vivamente questo albergo perché: 1) Non era un albergo molto costoso, 2) la pulizia e il servizio erano impeccabili, e 3) si trova in una zona meravigliosa. 
Infatti la Lietzenburger Strasse è la parallela della più nota Kurfuerstenstrasse, che per chi non la conoscesse è la via Condotti di Berlino! Tutti i migliori negozi sono lì, e per migliori negozi intendo quelli di lusso ( e non solo..) inoltre la Kurfuerstenstrasse è enorme e collega tantissime altre strade utili per spostarsi e muoversi in completa tranquillità.
Ma torniamo al viaggio! Appena arrivati e sistemati nelle nostre camere, ci siamo diretti a piedi presso la S.Savignyplatz e con la linea "S5" direzione S.Strausberg alla settima fermata siamo scesi proprio alla famosissima Alexanderplatz. Ci troviamo nel quartiere Mitte di Berlino, il più centrale e meglio collegato di tutta la capitale, della Berlino Est. Gli edifici più noti, impossibili da evitare, sono il famosissimo Hotel Park, la Haus der Elektroindustrie e l'Alexanderhaus, un grande magazzino. Ma, permettetemi, il vero fiore all'occhiello della piazza è sicuramente "la torre della televisione": ahimè non ho potuto raggiungere la cima per via delle lunghe attese, purtroppo è un'attrazione che fa gola a molti inoltre quando si fa il biglietto bisognerà attendere un certo orario ( indicato nel ticket) prima di potersi mettere in fila. In pratica il mio consiglio è quello di farlo il prima possibile e trovarsi il da fare nell'attesa di quell'oretta o due prima di poter accedere alla torre..
Palazzo del Reichstag.
Visto che non potevamo entrare e tra una fermata o l'altra erano praticamente le 17.00, abbiamo deciso di mangiare qualcosa in un fast-food dove abbiamo consumato un pasto veloce prima della cena; inoltre proprio per non farci mancare niente abbiamo attraversato il viale Unter Den Linden,pieno di edifici storici del passato imperiale: una goduria per la vista . Tornati in albergo nella nostra Berlino Ovest, a piedi abbiamo passeggiato per il "nostro" di  quartiere e abbiamo cenato in un elegantissimo ristorante italiano, "Ovest" (Schlüterstraße,47).

Giorno 2

[Sabato] Il primo giorno è stato un po' scarno dopotutto, ma sapevamo già che nel giorno 2 avremmo veramente fatto una "sfacchinata". Ed era vero:  ci siamo affidati alla nota "Berlinitaliano" per fare il tour "TUTTOBERLINO-tutte le Berlino che volete". Infatti ci siamo dati appuntamento al McDonald's di fronte alla stazione di S-Bahn "Zoologisher Garten" alle 9.45 con tantissimi altri italiani e, dopo aver fatto il biglietto, abbiamo cominciato il nostro fantastico tour. AVVERTENZA: se volete farlo ( e ve lo consiglio vivamente ) preparatevi perché il giro si svolge unicamente a piedi ( salvo lo spostamento nella zona Est fatta con la mètro prima di cominciare). Con Pietro, la nostra guida, abbiamo fatto un giro di circa 5/6 ore alla scoperta delle tracce del regno di Prussia, delle dittature del Novecento e delle guerre che hanno segnato il volto della Capitale soprattutto.
Porta di Brandeburgo.
Abbiamo visitato l'Isola dei Musei, la Bebelplats e la biblioteca reale di Federico II, la Gendarmenmarkt e le sue chiese Gemelle, il Checkpoint Charlie fino al quartiere governativo di Berlino dove abbiamo potuto scoprire il luogo dove Hitler commissionò la creazione del Bunker dove si crede trascorse gli ultimi anni della sua vita. Incredibilmente commovente e suggestivo anche il passaggio attraverso il "Memoriale per gli ebrei assassinati d'Europa" progettato dall'architetto Eisenman: 19mila metri quadrati di piazza, dove esattamente 2711 stele grigie scure sono le protagoniste indiscusse.
La mia parte preferita della passeggiata è stato il passaggio attraverso la meravigliosa Porta di Brandeburgo e il magico e suggestivo Duomo di Berlino con la sua immensa distesa di verde dove ci si può rilassare indisturbati.. Durante il tour abbiamo avuto circa mezzora di libertà dove io e mia sorella abbiamo potuto visitare la famosissima ciocolateria Fassbender&Rausch e fare una scorpacciata di buonissimo e delizioso cioccolato tedesco. 
Concluso il giro turistico guidato, ancora insoddisfatti prima di tornare in albergo abbiamo deciso di visitare il noto Zoo di Berlino, che forse tutti conoscerete meglio dal celebre racconto autobiografico di Christiane Vera Felucherinow. Visto l'orario ( erano circa le 15.00) non c'era fila all'ingresso. Abbiamo potuto ammirare tantissimi esemplari di animali che non avevamo mai visto e altri invece molto più comuni negli altri zoo europei: struzzi, giraffe, ippopotami, giaguari, scimmie di tutte le specie, uccelli che manco in Africa.. insomma, chi più animali ha, più animali metta!
Memoriale per gli ebrei.
Eravamo veramente esausti.. la sera, dopo esser rientrati in hotel per un veloce ristoro, abbiamo finalmente deciso di andare in un ristorante tipico sempre nel nostro quartiere, il "Nussbaumerin" in via Lebnizstrasse,55. Qui abbiamo mangiato veramente benissimo, ma soprattutto mi hanno offerto un'ottima alternativa vegetariana e sinceramente non ci speravo visto che la cucina berlinese è famosa per i suoi piatti a base di carne.

Giorno 3

[Domenica] La Capitale, di Domenica, ha una regola: i negozi, i centri commerciali, persino molti ristoranti sono CHIUSI. Sono felice di potervelo dire, magari in anticipo, visto che noi NON LO SAPEVAMO e abbiamo dovuto improvvisare un piano alternativo. Per fortuna, la risposta era a portata di mano.
Mauerpark 
Infatti proprio nel quartiere Prenzlauger Berg, nel parco di Mauerpark allestiscono un meraviglioso mercatino delle pulci! Berlino è piena zeppa di mercatini sparsi per tutta la città specie nei giorni feriali, ma questo che ho avuto l'occasione di vedere è veramente fuori dal comune. Una distesa immensa di bancarelle allestite, ordinate e pulite che offrivano di tutto: vestiti, mobili, oggettistica.. ho comprato regalini e ricordi che nessun altro negozio e centro commerciale avrebbe potuto offrirmi. 
Siamo rimasti lì almeno fino all'orario di pranzo, dopodiché abbiamo deciso di tornare nel nostro quartiere e visitare la bellissima Chiesa Diroccata dell'Imperatore Guglielmo, un gioiello dell'Ottocento che ha subìto i durissimi colpi nella Seconda Guerra Mondiale.
Cupola del Sony Center
La monumentalità della chiesa non è l'unica caratteristica del suo fascino, piuttosto ho potuto ammirarne l'aria di sacralità mista a commozione tutta attorno la piazza che la circonda. Veramente una bellissima tappa che ricorderò..
La sera abbiamo deciso di cenare al Sony Center, nella futuristica e luminosissima Postdamer Platz: un'area piena di ristoranti, teatri, cinema ed eventi per trascorrere delle ore piacevoli e rifarsi gli occhi grazie alla coloratissima cupola del Sony Center.  

Insomma, amici miei, spero di avervi dato qualche dritta e qualche idea per poter visitare Berlino senza lasciarvi scappare le sue chicche. Ce ne sono tantissime altre che non ho potuto vedere in questo viaggio, ma che per mia fortuna ho visto in un mio vecchio viaggio al liceo: Potsdam, il Bode-Museum, l'Olympiastadion per gli appassionati di calcio..
Berlino non può mancare nella vostra personale lista delle città da visitare prima di..prima che sia tardi! Cosa aspettate?!
-Stefano 

1 commento:

  1. Bellissimo video che sintetizza la bellezza di berlino in 5 minuti

    RispondiElimina